Caricamento...

AL VIA LE ATTIVITÀ INTERNAZIONALI DI CARA CASA: IL VIAGGIO STUDIO A PARIGI

Si è svolto gli scorsi 11 e 12 maggio il viaggio studio a Parigi dedicato ai temi dell'abitare. L'iniziativa ha coinvolto sette giovani architetti italiani selezionati tramite la open call pubblica aperta agli iscritti di tutti gli Ordini italiani.


Nell'ambito del progetto CARA CASA, il Festival itinerante sull'abitare contemporaneo, gli scorsi 11 e 12 maggio, la Fondazione Housing Sociale con la Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano - in collaborazione con i partner internazionali Paris HabitatEuropean Federation for Living e Urbamonde - hanno coordinato un viaggio studio con l’obiettivo di costituire per gli architetti selezionati un'occasione di scoperta e scambio con realtà e professionisti stranieri.
L'iniziativa ha coinvolto sette giovani architetti, selezionati tramite call pubblica aperta agli iscritti degli Ordini di tutta Italia.

Durante le due giornate a Parigi sono state visitate realizzazioni significative sul tema dell'abitare sociale a differenti scale, da quella dell'edificio - con interventi nei quali gli spazi della residenza si estendono oltre l'alloggio e verso il quartiere con spazi comuni e servizi condivisi - a quella del quartiere - con progetti e realizzazioni di rigenerazione urbana che prevedono processi partecipativi nella definizione del progetto dell'abitare e dei servizi.


Le prime tappe della visita parigina hanno guidato all'approfondimento di due interventi di affordable housing di Paris Habitat: la Caserne de Reuilly - un ex complesso militare rigenerato con l'obiettivo di essere aperto alla città attraverso un progetto che prevede un mix sociale e funzionale con l'introduzione di servizi per il quartiere e spazi pubblici - e Glacière-Daviel - un intervento di social housing che ha interessato la riqualificazione di 754 alloggi di un complesso degli anni '60 e la nuova realizzazione di 64 appartamenti grazie alla sopraelevazione degli edifici con l'utilizzo del legno come materiale da costruzione.
La visita al futuro écoquartier Sain-Vincent-de-Paul, progettato dall'Agence Anyoji Beltrando e di cui Paris Habitat è tra gli sviluppatori, ha aperto la seconda giornata del viaggio studio. L'intervento, che vede l'attivazione di processi partecipativi, riconvertirà nei prossimi anni l'ex complesso ospedaliero in un nuovo quartiere aperto alla città. Il progetto finale è stato definito anche grazie agli usi transitori - promossi da Plateau Urbain, Association Aurore e YesWeCamp - che, con il progetto Les Grands Voisins, hanno permesso negli scorsi anni l'utilizzo degli spazi con differenti funzioni sociali e culturali per la città.
Ha concluso il viaggio studio l'incontro con Atelier15, a Ivry-sur-Seine, che ha guidato il gruppo alla scoperta di interventi di abitare cooperativo che hanno visto il coinvolgimento dei futuri abitanti fin dalle prime fasi di progetto.
Inoltre, presso la sede di Paris Habitat e nel contesto della spring conference organizzata da EFL, sono state esposte le fotografie vincitrici della call Nuovi racconti domestici promossa da Fondazione Housing Sociale con la Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano.

Nuovi racconti domestici, Mostra fotografica diffusa

Nuovi racconti domestici, Mostra fotografica diffusa

Nuovi racconti domestici, Mostra fotografica diffusa

Nuovi racconti domestici, Mostra fotografica diffusa

Gli architetti che hanno partecipato al viaggio studio

Gli architetti che hanno partecipato al viaggio studio

Glacièr-Daviel

Glacièr-Daviel

Glacièr-Daviel

Glacièr-Daviel

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Saint-Vincent-de-Paul

Atelier15

Atelier15

Atelier15

Atelier15

Atelier15

Atelier15

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine

Ivry-sur-Seine


CONSULTA IL PROGRAMMA COMPLETO DEL FESTIVAL CARA CASA


Il progetto CARA CASA è vincitore dell’avviso pubblico “Festival Architettura – II edizione” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura.


Potrebbe interessarti

16.05.2024 Call

Sempre Moderno: open call di fotografia

Nell'ambito del progetto "Sempre Moderno", la Fondazione Ordine Architetti PPC Milano apre una open call di fotografia, invitando architetti, studenti, fotografi e appassionati, a inviare un “trittico” di immagini aventi come soggetto un edificio della seconda metà del Novecento costruito nel territorio della città metropolitana di Milano. Le fotografie, visionate da una commissione, saranno esposte in una mostra che verrà allestita presso la sede dell'Ordine degli Architetti PPC di Milano nell'autunno 2024. Consegna entro il 3 settembre 2024

Scopri di più
15.05.2024 Call

Il Gruppo di lavoro Forense dell'Ordine si rinnova

L’Ordine degli Architetti di Milano apre una call per rinnovare il Gruppo di lavoro sull’attività di CTU, Periti e valutatori, selezionando architetti disponibili a un impegno atto a monitorare l'evoluzione della normativa e della cultura specifica in materia forense.

Scopri di più
10.05.2024 Normativa

L’applicazione del principio dell’equo compenso è inderogabile anche nei contratti pubblici

L'Ordine di Milano commenta, con una nota dell'architetto Carlo Lanza, la circolare del Consiglio Nazionale sull'applicazione del principio dell'equo compenso, per contrastare un’interpretazione penalizzante per la professionalità dei professionisti impegnati in contratti pubblici.

Scopri di più