Caricamento...

Quota

Gli iscritti all’albo contribuiscono al sostentamento dell’attività dell’Ordine versando una quota annuale di iscrizione: in quanto ente pubblico non economico l’Ordine è tenuto al rispetto degli obblighi di trasparenza e rendicontazione della pubblica amministrazione e non beneficia di ulteriori finanziamenti pubblici. Per maggiori informazioni su come viene utilizzata la quota visita la sezione dedicata ai bilanci.

PagoPA

Quota

Scadenza: 30 Aprile 2021

Modalità di pagamento: PagoPA


Quota annuale

€ 190,00


Quota agevolata "under 35"

Per gli iscritti/e fino al compimento del 35° anno di età.

€ 90,00


Quota agevolata “neo-genitore”

Per gli iscritti/e che hanno avuto un figlio nell'anno precedente o nell'anno corrente entro la data di scadenza del pagamento della quota. In caso entrambi i genitori siano iscritti all’albo la quota ridotta può essere richiesta solo da uno dei genitori. Per richiere la quota agevolata è necessario compilare qui la richiesta.

€ 30,00


Quota agevolata neo-iscritti entro il 31/12/2018
Per gli iscritti entro il 31/12/2018 è in vigore, a esaurimento e fino alla fine del quinquennio, una quota agevolata per i primi cinque anni di iscrizione.

€ 115,00

Mora per ritardato pagamento

Gli iscritti che non risultano in regola con il pagamento della quota annuale non potranno accedere ai servizi erogati da OAMi e Fondazione OAMi negli ambiti di professione, formazione, cultura: non sarà inoltre possibile stampare il certificato di iscrizione.

Fondo di solidarietà

Il Consiglio dell’Ordine ha istituito un “fondo di solidarietà” per la concessione di esoneri nel pagamento della quota di iscrizione all’albo agli iscritti impossibilitati a far fronte al pagamento per gravi motivi di salute o per ragioni di indisponibilità economica. La richiesta di esonero può essere presentata per un massimo di tre volte da parte di ogni iscritto all’albo e può riguardare:


Richieste di esonero dal pagamento quota per gravi motivi di salute
L’iscritto che intende chiedere l’esonero deve produrre una richiesta scritta secondo il fac-simile, corredata da adeguata documentazione medica comprovante lo stato di salute.


Richieste di esonero dal pagamento quota per difficoltà economiche
L’iscritto che intende chiedere l’esonero deve produrre una richiesta scritta secondo il fac-simile, corredata da documentazione attestante la propria situazione di temporanea difficoltà economica, come il modello ISEE in corso di validità, da cui risulti un reddito complessivo non superiore alla media nazionale di 7.700,00 €.


L’accesso al “fondo di solidarietà” è normato da un apposito regolamento: una commissione valuta individualmente l’accoglimento delle richieste di esonero, formulando una graduatoria; nella valutazione sono privilegiate le situazioni che presentano effettivi impedimenti all’esercizio della professione.