Caricamento...

Call for speakers per la presentazione di progetti a HOMI

Aperta la call per gli architetti milanesi per presentare progetti di architettura degli interni alla prossima fiera HOMI (27-30 gennaio 2021, Rho Fiera Milano). Temi chiave “fluidità e domesticità degli spazi dell’abitare e del commercio” e “recupero e durabilità dei materiali”. Candidature entro il 19 dicembre.

La Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano promuove una call aperta a tutti gli architetti iscritti all'Ordine per presentare i propri progetti durante la prossima fiera HOMI 2022, che si terrà a Rho Fiera Milano dal 27 al 30 gennaio 2022. 


La call mira a raccogliere l'interesse dei professionisti a presentare le proprie realizzazioni di interior design, con una riflessione sul tema della home experience,illustrandone personalmente scelte progettuali e peculiarità nella giornata di sabato 29 gennaio, dalle ore 10.00 alle 12.00 e dalle 14.00 alle 16.00, all'internodegli spazi di HOMI.


Gli appuntamenti saranno focalizzati su due macrotemi:  spazi dell’abitare e del commercio: fluidità e domesticità per l’incontro di sabato mattina emateriali: recupero e durabilitàper l’incontro del pomeriggio. 


Il tema della fluidità degli spazi durante il periodo della pandemia ha acquisito molta importanza, portando gli architetti a riflettervi sul piano progettuale.  
Il binomio casa – lavoro ha introdotto nello spazio domestico una dimensione più pubblica e viceversa ha costretto la casa a rispondere a bisogni non necessariamente abitativi, cambiando e mutando un’immagine consolidata nel tempo.  

Il fatto di vivere molto più tempo tra le mura domestiche allo stesso tempo ha esteso proprio il carattere di domesticità anche ad altri luoghi, in primis agli spazi retail e commerciali, ambiti di progetto che, nei loro caratteri mutevoli e rispondenti alle tendenze, hanno inglobato nei loro programmi caratteri presi a prestito dall’ambiente casa.   

La crisi climatica e il surriscaldamento globale hanno portato ripercussioni anche in ambito edilizio, costringendo e allo stesso tempo stimolando i progettisti nell’utilizzo di materiali innovativi. Interessanti sperimentazioni sono infatti state fatte proprio a partire dal riutilizzo di materiali esistenti, sia della tradizione che di scarto, che attraverso una sapiente rilettura hanno potuto introdurre nuovi linguaggi, tenendo conto della loro durabilità. 

 

La call chiede quindi agli architetti di presentare dei progetti che ruotino attorno a questi temi, mostrando così molteplici approcci al progetto. 

 

Come partecipare

Sono ammessi a partecipare alla call singoli professionisti e studi composti da più soci. Le presentazioni dovranno avere una durata massima di 15 minuti. 


È necessario inviare le manifestazioni d'interesse entro il 19 dicembre 2021compilando questo form: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSfG9xmOUcx-SQZc1QHccGF8-PF-9V0u3xThd2gSKM2I8DiZrw/viewform?usp=sf_link. 


In base al numero delle proposte ricevute e alla pertinenza del tema verrà fatta una selezione interna da parte di Fondazione. Successivamente verrà stilato un calendario in accordo con i progettisti selezionati, i quali, per la loro partecipazione agli incontri successivi previsti per il 29 gennaio, potranno scegliere se ricevere 2 cfp o un rimborso spese. 

Per info scrivere a questo indirizzo.

Potrebbe interessarti

29.06.2022 Serate di Architettura

Arketipo incontra l’Ordine: Low Tech

Mercoledì 29 giugno, dalle ore 17:30 fino alle 19:30 in sede e online, si terrà un incontro dedicato al tema del low tech, parlando di tecnologie semplici, leggere, a basso impatto ambientale. 2 cfp

Scopri di più
29.06.2022 PNRR

PNRR, la ricetta delle amministrazioni per la rigenerazione urbana

La semplificazione normativa, percorsi comuni tra amministrazioni, la perequazione territoriale e le politiche di inclusione, sono stati i punti fermi per cogliere l’occasione del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR). Un’opportunità unica per la rigenerazione urbana, avviata già con il Bando periferie.

Scopri di più
29.06.2022 ArchMem

Architettura e Memoria: inizia la ricerca sulle discriminazioni contro gli architetti ebrei

Il nuovo progetto culturale in memoria degli architetti ebrei discriminati durante il regime nazifascista. L'iniziativa, realizzata grazie al finanziamento della Commissione Europea, prevede una serie di attività che, a partire dalle storie individuali dei professionisti coinvolti, mirano a informare e sensibilizzare sulle discriminazioni subite dai colleghi nel passato, prevenire future intolleranze e favorire il dialogo e l'inclusione.

Scopri di più