Caricamento...

Architettura e cooperazione internazionale: il cammino di riconoscimento del ruolo dell'architetto

Il 25 maggio dalle 14.30 alle 18.30 un incontro sul ruolo dei progettisti nell'ambito della cooperazione e lo sviluppo, alla luce della convenzione tra CNAPPC e AICS. 4 cfp deontologici

L’Ordine e la Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano propongono un ciclo di incontri formativi sul tema dell’architettura nella cooperazione internazionale, alla luce delle novità introdotte con la convenzione sottoscritta da CNAPPC e AICS - Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo. Lo scopo è quello di approfondire le questioni rilevanti per i professionisti che operano o intendono operare nei contesti di cooperazione internazionale e in situazioni di emergenza.

Il primo appuntamento del ciclo si terrà online il 25 maggio, dalle 14.30 alle 18.30, e illustrerà il percorso fatto negli ultimi decenni nel settore, rilevando criticità, progressi e avanzamenti nel riconoscimento del ruolo dell’architetto in progetti di cooperazione e sottolineando le novità introdotte con la firma della Convenzione tra AICS e CNAPPC. Verranno trattati inoltre aspetti deontologici legati all’esercizio della professione nei Paesi del Sud del mondo.
Attraverso l'intervento dei soggetti che hanno reso possibile la convenzione tra CNAPPC e AICS, l'incontro approfondirà le diverse declinazioni dell'accordo in relazione ai portatori di interesse che operano nel settore. Saranno ospiti inoltre diversi interlocutori di ONG che esporranno progetti e condivideranno esperienze che possano aiutare a migliorare la consapevolezza del ruolo dei professionisti nei processi di sviluppo. 


Architettura e cooperazione internazionale
25 maggio | 14.30 - 18.30

4 cfp deontologici
Costo € 10,00 - iscrizioni su Im@teria

Saluti Istituzionali: arch. Marialisa Santi, Consigliere dell'Ordine degli Architetti di Milano e arch. Marcello Rossi, Consiglio Nazionale degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori

Modera: arch. Alessio Battistella, Presidente di ARCò, Architettura e cooperazione

- dott. Leonardo Carmenati, Vicedirettore di AICS, Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo
- arch. Baricchi Walter, Consigliere uscente e promotore della convenzione per il CNAPPC
- arch. Luca Bonifacio, Socio fondatore di Hope and Space
- arch. Camillo Magni, ASF - Architetti senza frontiere
- dott. Giorgio Capitanio, focal  person for Sustainable Cities, Human Capitan and Job Creation of AVSI foundation
- dott.ssa Rosaria De Paoli, Direttrice ICEI (Istituto Cooperazione Economica Internazionale)
- dott. Stefano Piziali, Head of Advocacy Policy Partnership and European&Italian Programs Depts - WeWorld Onlus

Conclusioni a cura dell'arch. Alessandro Trivelli, Consigliere dell'Ordine degli Architetti di Milano


Info e costi

Modalità fruizione: webinar (il link verrà inviato dopo aver acquistato il corso). Verifica i requisiti di sistema webinar qui

Costo di partecipazione: 10,00 euro (diritti di segreteria)

Contatti: Ufficio Formazione - formazione@ordinearchitetti.mi.it

Potrebbe interessarti

30.11.2021 Call

Call for speakers per la presentazione di progetti a HOMI

Aperta la call per gli architetti milanesi per presentare progetti di architettura degli interni alla prossima fiera HOMI (27-30 gennaio 2021, Rho Fiera Milano). Temi chiave “fluidità e domesticità degli spazi dell’abitare e del commercio” e “recupero e durabilità dei materiali”. Candidature entro il 19 dicembre.

Scopri di più
25.11.2021 Architetti

Superbonus, gli architetti milanesi in rivolta: il decreto antifrode frena professionisti e imprese

Superbonus, le richieste dell'OAMi al governo alla luce del decreto antifrode: che le pratiche già avviate nell’anno 2021 possano procedere alle stesse condizioni e le proroghe siano valutate in coerenza con le tempistiche del mercato.

Scopri di più
22.11.2021 Fondazione

Avviso di ricerca personale per sostituzione maternità

La Fondazione dell’Ordine degli Architetti P.P.C. della Provincia di Milano ricerca una figura professionale da inserire nella Segreteria Organizzativa dell’ente per sostituzione maternità.

Scopri di più