Caricamento...

Biennale Internazionale Spazio Pubblico: DIVERSE city

Dal 26.03.2019 al 26.04.2019

Il 30, 31 maggio e l'1 giugno si terrà a Roma la fase conclusiva della Biennale Internazionale dello Spazio Pubblico 2019. Tra le varie attività promosse per l'occasione la Call for Papers internazionale DIVERSEcity

B I E N N A L E I N T E R N A Z I O N A L E S P A Z I O P U B B L I C O 2 0 1 9
D I V E R S E c i t y

Il 30, 31 maggio e l'1 giugno si terrà a Roma presso l’ex mattatoio Comunale, (oggi sede della Facoltà di Architettura ROMA 3), la fase conclusiva della Biennale Internazionale dello Spazio Pubblico 2019.

Tra le varie attività promosse per la Biennale Internazionale dello Spazio Pubblico 2019, il CNAPPC ha programmato la Call for Papers internazionale DIVERSEcity.

La call si pone come obiettivo la condivisione di ricerche teoriche e di sperimentazione applicata elaborate da studiosi, progettisti e cultori delle molteplici discipline afferenti. La partecipazione è aperta alle differenti competenze disciplinari ed è finalizzata alla realizzazione di un volume pubblicato in versione digitale, edito dal CNAPPC. Per partecipare dovrà essere inviato un abstract con allegato un sintetico curriculum vitae. Dopo l’accettazione degli abstract, da parte della commissione giudicatrice, dovrà essere inviato il full paper insieme alla liberatoria per la pubblicazione dei contributi.
La pubblicazione, realizzata a cura di questo Consiglio Nazionale, verrà presentata durante le attività della Biennale Spazio Pubblico nei giorni 30 e 31 maggio, 1 giugno 2019.

La call for papers si propone di raccogliere e selezionare i migliori contributi saggistici e progettuali su temi e parole chiave inerenti alla programmazione della Biennale dello Spazio Pubblico 2019, declinati nell’ambito dei 17 obiettivi che l’Organizzazione delle Nazioni Unite nel 2015 ha identificato per individuare le ineludibili azioni tese al miglioramento dello sviluppo del pianeta in termini di sostenibilità ed equità, per sollecitare un approccio critico, per favorire un dialogo multidisciplinare a partire dalla relazione tra spazi pubblici e diversità.

Parole chiave
Sviluppo sostenibile, arte, verde urbano, mobilità, diversità, equità, condivisione, comunità, bene comune.

DIVERSEcity rappresenta una naturale continuazione della call La Città Creativa tenutasi nella precedente edizione della Biennale dello Spazio Pubblico.

Inviare l’abstract, in italiano o in inglese, massimo 1800 battute, e un breve curriculum vitae a: callforpapers@cittacreative.eu

Date
20 marzo 2019 - Apertura dell’accettazione dell’abstract
10 aprile 2019 - Termine per la presentazione dell’abstract
15 aprile 2019 - Comunicazione di accettazione del full paper
20 maggio 2019 - Consegna del full paper
30-31 maggio /1 giugno 2019 - Presentazione del volume

 

Potrebbe interessarti

05.08.2022 Concorrimi

Nuovo Concorrimi per la "Riqualificazione del sistema delle Piazze e del Lungomare" a Carloforte

Pubblicato su Concorrimi un nuovo concorso di progettazione in due gradi per la “Riqualificazione del sistema delle Piazze e del Lungomare” di Carloforte in Sardegna, con scadenza del primo grado fissata per il 4 ottobre 2022. Si tratta del secondo concorso nell’isola sarda e il 64esimo sulla piattaforma.

Scopri di più
05.08.2022 Concorrimi

Nuovo concorrimi per la “Ridefinizione delle aree pubbliche comprese tra la scuola elementare ed il cimitero di Campovico” a Morbegno

Pubblicato su Concorrimi un nuovo concorso di progettazione in due gradi per la “Ridefinizione delle aree pubbliche comprese tra la scuola elementare ed il cimitero di Campovico”. Il termine per la consegna degli elaborati del primo grado è fissato per il 25 ottobre 2022.

Scopri di più
03.08.2022 Normativa

Legge n.91 del 15 luglio 2022: ristrutturazione edilizia

È entrata in vigore la legge n.91 del 15 luglio 2022 che aggiorna la definizione di “ristrutturazione edilizia” contenuta nel D.P.R. n.380/2001 includendo in questa categoria gli interventi di demolizione e ricostruzione con modifiche sugli edifici in aree soggette a vincolo paesaggistico.

Scopri di più