Caricamento...

Inarcassa: nessuna cancellazione fino a un anno di sospensione dall'Albo

Importanti novità per gli iscritti a Inarcassa: i professionisti sospesi dall'Albo per un periodo massimo di un anno potranno mantenere la loro iscrizione a Inarcassa, salvaguardandone gli effetti legati alla carriera previdenziale.

Con decreto ministeriale del 20 marzo 2024 è stata, infatti, approvata la modifica dell'articolo 7 dello Statuto Inarcassa, così come deliberata dal Comitato Nazionale dei Delegati nel luglio 2023.


Questa data segna un cambiamento rispetto al precedente principio secondo il quale la sospensione dall’Albo professionale avrebbe avuto una conseguenza immediata anche sulla posizione previdenziale.


Secondo il nuovo orientamento, quindi, per la sospensione inferiore alla durata di un anno non ci saranno variazioni e il professionista resterà regolarmente iscritto alla Cassa. Qualora, invece, la sospensione superi tale periodo, questo comporterà la cancellazione dalla stessa per l’intera durata del provvedimento di sospensiva.

Potrebbe interessarti

16.05.2024 Call

Sempre Moderno: open call di fotografia

Nell'ambito del progetto "Sempre Moderno", la Fondazione Ordine Architetti PPC Milano apre una open call di fotografia, invitando architetti, studenti, fotografi e appassionati, a inviare un “trittico” di immagini aventi come soggetto un edificio della seconda metà del Novecento costruito nel territorio della città metropolitana di Milano. Le fotografie, visionate da una commissione, saranno esposte in una mostra che verrà allestita presso la sede dell'Ordine degli Architetti PPC di Milano nell'autunno 2024. Consegna entro il 3 settembre 2024

Scopri di più
15.05.2024 Call

Il Gruppo di lavoro Forense dell'Ordine si rinnova

L’Ordine degli Architetti di Milano apre una call per rinnovare il Gruppo di lavoro sull’attività di CTU, Periti e valutatori, selezionando architetti disponibili a un impegno atto a monitorare l'evoluzione della normativa e della cultura specifica in materia forense.

Scopri di più
10.05.2024 Normativa

L’applicazione del principio dell’equo compenso è inderogabile anche nei contratti pubblici

L'Ordine di Milano commenta, con una nota dell'architetto Carlo Lanza, la circolare del Consiglio Nazionale sull'applicazione del principio dell'equo compenso, per contrastare un’interpretazione penalizzante per la professionalità dei professionisti impegnati in contratti pubblici.

Scopri di più