Caricamento...

Milano Design Film Festival: la 10° edizione

Dal 22.11.2022 al 26.11.2022

Dalle  00:00  Alle  00:00

Dal 22 al 26 novembre si terrà la decima edizione del Milano Design Film Festival. Tra gli appuntamenti proiezioni gratuite nella giornata del 24 novembre presso la sede dell'Ordine e, sabato 26 novembre, evento speciale dedicato a Gae Aulenti, all'interno della biblioteca di Paderno Dugnano, progettata dalla stessa Aulenti tra il 2006 e il 2008. All'interno del programma verranno proiettate anche le opere in concorso del premio AFA-Architecture Film Award

Dal 22 al 26 novembre si terrà la decima edizione del Milano Design Film Festival, l’appuntamento annuale che raccoglie professionisti e appassionati di cinema e design. Un’occasione unica per conoscere il mondo del progetto attraverso il cinema o viceversa, per scoprire il cinema quale strumento per raccontare l’architettura e il design.

In concomitanza del festival si terrà l'edizione 2022 del premio AFA – Architecture Film Award, promosso dall'Ordine e della Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano con il Milano Design Film Festival, per valorizzare e incentivare la produzione di opere cinematografiche dedicate al progetto anche come strumento di comunicazione degli architetti.



Milano Design Film Festival alla Fondazione dell'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano
In quanto partner dell'iniziativa, la Fondazione dell'Ordine degli Architetti di Milano sarà anche quest'anno una delle sedi di proiezione dei film del Festival: nel pomeriggio e nella serata di giovedì 24 novembre, dalle 15:30 alle 21:30, verranno proiettati anche film in concorso per il premio AFA (nel programma indicati con la dicitura in concorso AFA). 

Il programma del 24 novembre è suddiviso in due parti e, oltre alla proiezione delle pellicole, interverranno alcuni tra i registi e i protagonisti coinvolti. Ogni parte dà inoltre diritto a 2 cfp.
La partecipazione alle proiezioni del 24 novembre è gratuita, previa prenotazione tramite il modulo sottostante.

 

Per le proiezioni nelle altre sedi del Festival 
Il programma delle proiezioni nella altre sedi sarà pubblicato a breve sul sito del Milano Design Film Festival.

Gli architetti iscritti all'Ordine di Milano che saranno presenti alla Milano Design Film Festival 2022 potranno ricevere 1 cfp per la partecipazione, tipologia mostre/fiere/similia, da richiedere mediante autocertificazione sulla Piattaforma Nazionale Formazione del CNAPPC.

Programma I parte - 15:30-18:30 (2 cfp)

15:30 - 15:40 Introduzione alla prima parte
 

15:40 Proiezione di Concrete Landscape, di Luiz Ferraz, Laura Artigas, Brasile 2022 (72’) - in concorso AFA 
Una massa di cemento bianco si erge tra i verdi pendii di un promontorio e la strada trafficata che costeggia il fiume Guaíba, a Porto Alegre. È la sede della Fondazione Iberê Camargo, ente culturale dedicato a uno dei più importanti pittori espressionisti brasiliani. Inaugurata nel 2008, è stata disegnata da Álvaro Siza e costituisce l’unica opera realizzata in Brasile dal celebre architetto, nato in Portogallo nel 1933. Concrete Landscape ne ricostruisce la genesi, mettendo in evidenza i legami (anche familiari) che collegano il suo autore al Paese sudamericano.


16:55 Il regista Andrea Franchin, introduce la proiezione di Archistars Tales: Veneto, di Andrea Franchin, Italia 2022 (42’)
Il documentario è un viaggio tra gli edifici (a uso aziendale, residenziale ed educativo) realizzati in Veneto da grandi architetti contemporanei di fama internazionale. Nei racconti e nelle interviste ad “archistar” e committenti vengono presi in esame i casi delle Bolle Nardini firmate da Massimiliano e Doriana Fuksas (a Bassano del Grappa, provincia di Vicenza), Ca’ delle Alzaie di Stefano Boeri (a Treviso) e la Library dell’H-Farm Campus di Richard Rogers (a Roncade, provincia di Treviso).



17:35 Il regista Davide Rapp e l'architetto Rossella Destefani, deamicisarchitetti, introducono la proiezione di The Opening, di Davide Rapp, Italia (9’25) - in concorso AFA
Realizzato per deamicisarchitetti, il film ha per protagonisti due strani tecnici (Keymaster e Gatekeeper i nomi che si leggono sulle loro divise) al lavoro per collocare schermi e tessuti di colore blu tra le stanze e gli open space di un edificio appena terminato. È la sede di una società non meglio specificata, di cui conosciamo soltanto le parole d’ordine con cui sono stati contrassegnati i suoi 11 piani. I tecnici la raggiungono attraversando Milano a bordo di una bicicletta; entrano con un grosso mazzo di chiavi e svolgono il loro compito senza scambiarsi una parola. A che cosa servono gli inserti blu che collocano negli ambienti secondo un ordine preciso? Che cosa succederà quando Gatekeeper e Keymaster avranno terminato la loro compito? Lo scopriremo alla fine, quando anche il titolo del film troverà la sua spiegazione...


18:00 Gli architetti Camilla Corato e Michele Rossi, di Park Associati, introducono la proiezione di Salewa. Human Map, di Camilla Corato, Italia 2022 (3’) 
Quando un’architettura passa dall’essere un progetto a un luogo abitato e vissuto quotidianamente da molte persone, ciò che resta spesso nell’animo del progettista è una sorta di strana nostalgia alla rovescia. Non si soffre tanto la fine del percorso del progetto ma l’impossibilità di vedere la sua reale trasformazione nella contaminazione con i flussi, i movimenti e le esigenze delle persone che lo abitano. Salewa Human Map è una breve sequenza di frammenti visivi, stralci di conversazioni, indagini sui punti d’incontro tra l’attività umana e l’ambiente che le accoglie. Lavoro, allenamento, pausa pranzo, shopping: la sede centrale di un’azienda diventa un caleidoscopio in cui convergono le azioni e le energie di tutti. Realizzato per integrarsi nell’ambiente naturale che lo circonda in anni in cui la parola “sostenibilità” non era ancora inflazionata, l’headquarter di Salewa potrebbe aver raggiunto anche un altro scopo, quello di interagire con le emozioni di chi lo frequenta, suscitando stupore, curiosità, qualche critica, senso di appartenenza e molto altro.

Cocktail 18:30 - 19:30 

Programma II parte - 19:30-21:30 (2 cfp)

19:30-19:40 Introduzione alla seconda parte


19:40 Proiezione di M.G. Cannizzo - ANM 2018 Ordinary Re-construction, di Andrea Giannone, Italia 2022 (12’10) - in concorso AFA
Il video racconta la creazione del progetto residenziale ANM 2018-Intervento sull’ordinario da parte dell’architetto Maria Giuseppina Grasso Cannizzo. Attraverso un approccio progettuale basato su conservazione, demolizione e integrazione, Grasso Cannizzo ha realizzato un complesso formato da due edifici: uno preesistente in pietra, uno nuovo in cemento armato che prende il posto di una vecchia stalla. L’obiettivo del progetto di ricostruzione non è correggere, eliminando difetti o cancellando approssimazioni, ma stratificare la struttura esistente senza causare grandi cambiamenti alla scena: il mondo è fatto di imperfezioni che non vanno corrette, sostiene Grasso Cannizzo. Il video è la prima tappa della realizzazione di un lungometraggio sul lavoro dell’architetto siciliano.


19:55 Proiezione di Trusses, di Jonathan OrtegatBelgio 2022 (8’45)
Trusses è un racconto volutamente parziale: non parla della realizzazione dell’edificio Amal Amjahid situato sul bordo di un canale a Molenbeek, ma solo delle sue quattro travature, gigantesche strutture d’acciaio che tengono insieme il progetto disegnato dagli architetti dello studio Bogdan & Van Broek e che diventano le protagoniste del film. Il risultato è un sorprendente viaggio cinematografico di 8 minuti che ci porta via fiume dal confine tedesco al centro di Bruxelles.


20:05 Proiezione di La Claridad, di Dave Simonds, USA 2022 (60’) - in concorso AFA
La Claridad è una residenza in stile Spanish Revival costruita a Palm Beach (Florida) nel 1924. Dichiarata monumento storico e recentemente restaurata, la casa di Golfview Road fu commissionata dal magnate Clarence Geist all’architetto Marion Sims. Il recente rinnovamento è stato diretto da Richard Sammons di Fairfax & Sammons. Negli Anni Venti, Golfview Road, l’Everglades Club e Worth Avenue rappresentavano l’avanguardia dell’architettura e del design, e l’atmosfera di questo quartiere avrebbe contribuito a definire uno dei volti ancora oggi più caratteristici di Palm Beach e della Florida meridionale. La Claridad è un grande racconto corale in cui agli attuali proprietari della casa – Betsy e Paul Shiverick – si uniscono ex residenti, storici, architetti e altri testimoni.

Le sottoscrizioni sono concluse il 24/11/2022

Milano Design Film Festival in Fondazione: I parte - giovedì 24 novembre dalle ore 15:30 alle 18:30

Caricamento...

Le sottoscrizioni sono concluse il 24/11/2022

Milano Design Film Festival in Fondazione: II parte - giovedì 24 novembre dalle ore 19:30 alle 21:30

Caricamento...

Potrebbe interessarti

20.11.2022 Bonus edilizi

Superbonus: le proposte del CNAPPC in un incontro con il ministro Pichetto Fratin

Il Cnappc ha discusso con il Ministro dell'Ambiente e della Sicurezza energetica le questioni urgenti relative alla disciplina del Superbonus.

Scopri di più
18.11.2022 Sito

Nuovo Codice dei Contratti Pubblici: la progettazione di qualità deve esserne la base imprescindibile

La Consulta regionale lombarda degli Ordini degli Architetti contribuisce a definire la posizione delle professioni tecniche sul nuovo Codice dei Contratti Pubblici.

Scopri di più
18.11.2022 Concorrimi

Proclamati i vincitori del concorso per Palazzo Sistema a Milano

Presentato il 15 novembre il progetto vincitore del concorso per la nuova sede degli enti e delle società del sistema della Regione Lombardia.

Scopri di più