Caricamento...

Grande Milano, la dimensione metropolitana

Dal 04.11.2020 al 25.11.2020

Il 24 novembre si terrà un convegno dedicato alla città di Milano intesa nei suoi confini metropolitani. Dalle 9.00 alle 13.30 e dalle 14.30 alle 18.30. 4 + 4 cfp


Il 24 novembre 2020, la Fondazione e l'Ordine degli Architetti PPC della Provincia di Milano propongono il convegno "Grande Milano, la dimensione metropolitana", dedicato ai temi dello sviluppo della città in relazione al territorio metropolitano più vasto, per riflettere sugli esiti dei progetti realizzati, in corso e in programma.
La giornata è organizzata in due sessioni: in mattinata un seminario sulla rigenerazione urbana e territoriale alla scala metropolitana (4 cfpin collaborazione con Città Metropolitana di Milano e nel pomeriggio un convegno di approfondimento sulla dimensione metropolitana del capoluogo lombardo (4 cfp), con esperti nazionali e internazionali del mondo della professione, del progetto e delle politiche urbane.

Questo convegno è dedicato alla figura di Corinna Morandi (1947-2020), architetto, consigliere e vicepresidente dell'Ordine di Milano dal 2017, che ci ha lasciati il 17 novembre 2020: qui uno spazio dedicato al suo ricordo. Per il convegno "Grande Milano" Corinna scrisse un documento preparatorio "Milano. Problemi e opportunità della dimensione metropolitana", scaricabile qui

Milano città metropolitana

Milano e il suo territorio metropolitano si trovano oggi in un momento storico di grandi cambiamenti: dopo Expo 2015 e la realizzazione di grandi interventi urbani, la trasformazione prosegue tutt'oggi con la realizzazione di nuove linee della metropolitana e l’estensione di quelle esistenti, il riuso degli scali ferroviari e la partecipazione a importanti progetti per la riqualificazione di aree degradate e in abbandono, il programma delle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026. Nello stesso tempo si attivano, attraverso interventi minuti e diffusi, aree periferiche con lo scopo di rianimare la storica struttura spaziale e sociale dei quartieri milanesi.

Il “modello Milano”, se attento a queste diverse componenti, rappresenta quindi un caso studio italiano positivo per le dinamiche innescate, riuscendo da un lato a catalizzare su di sé investimenti stranieri e a competere con le maggiori città europee, cercando tuttavia di mobilitare energie e risorse locali.
Un limite riscontrabile in questi processi di sviluppo è nella difficoltà di considerare Milano come parte di un grande sistema territoriale, dove queste potenzialità potrebbero trovare espressione ben più rilevante, valorizzando le relazioni tra il capoluogo e la sua regione urbana.


PROGRAMMA

I parte - Seminario
La dimensione metropolitana della rigenerazione urbana: opportunità e sfide introdotte dalla legge regionale lombarda 18/2019
Webinar | 9:30 - 13:30 | 4 cfp
 Iscrizioni su iM@teria

Ore 09:00 Registrazione partecipanti

Ore 9:30 – 9:45 | Saluti istituzionali
Paolo Mazzoleni, Presidente Ordine Architetti PPC della Provincia di Milano

Perequazione urbanistica e perequazione territoriale
9:45 – 10:10 | Ezio Micelli, IUAV Venezia
10:10 – 10:35 | Aurelio Bruzzo, Università degli studi di Ferrara

Esperienze di perequazione territoriale
10:35– 10:50 | Alessandro Delpiano, Dirigente Città Metropolitana Bologna
10:50– 11:05 | Tommaso Bonetti, Università di Bologna e consulente giuridico al PTM di Città Metropolitana Bologna

La perequazione come strumento per la rigenerazione territoriale
11:05 – 11:20 | Isabella Susi Botto, Direttore Progetto WMRU, Città Metropolitana di Milano
11:20 – 11:35 | Mario Paris, DASTU - Politecnico di Milano

Esperienze di perequazione urbanistica
11:35 – 11:50 | Giovanni Oggioni, Direzione Sportello Unico Edilizia Comune di Milano
11:50 – 12:05 | Alessandra Bazzani, Partner Amministrativisti Associati

Pausa 12:05 – 12:15

12:15 – 13:15 | TAVOLA ROTONDA
Le nuove opportunità offerte dalla legge in termini di incentivi e nuove forme di partenariato pubblico privato. Con:  Cristina Alinovi, architetto, Centro Studi PIM – Luca Grassi, Area Tecnologia Economia Assimpredil ANCE Lombardia – Roberto Nastri, architetto e urbanista, libero professionista.

Dibattito e conclusioni 13:15 – 13:30

In collaborazione con:

 

II parte - Convegno 
La dimensione metropolitana del territorio milanese 

Webinar | 14:30 - 18:30 | 4 cfp
 Iscrizioni su iM@teria


Ore 14:30 – 14:40 | Saluti istituzionali
Paolo Mazzoleni, Presidente Ordine Architetti PPC della Provincia di Milano
Arianna Censi, Vicesindaca Città Metropolitana

Milano 2030, pianificare il futuro
14:40 – 15:00 | Franco Sacchi, Direttore del Centro Studi PIM

Progettare una smart city: il caso di Vienna
15:00 – 15:20 | Dominic Weiss, Responsabile di Smart City Agency Vienna

Olimpiadi Milano-Cortina, la prossima sfida
15:20 – 15:50 | Roberta Guaineri, Assessore a Turismo, Sport e Qualità della vita, Comune di Milano
Pierfrancesco Maran, Assessore all'Urbanistica, Verde e Agricoltura, Comune Milano

Pausa - 15:50-16:00

I PRINCIPALI TEMI– 16:00-18:00
Progetto urbano e territorioCino Zucchi, architetto e docente al Politecnico di Milano / Paolo Mazzoleni, Presidente Ordine Architetti PPC Provincia di Milano
Abitare la città metropolitana: Massimo Bricocoli, docente al Politecnico di Milano, direttore DASTU / Francesca Vagliani, consigliere Ordine Architetti PPC Provincia di Milano
Mobilità metropolitana e regionale: Paola Pucci, docente al Politecnico di Milano / Marco Engel, Presidente INU Lombardia
Rappresentare lo sviluppo con app e piattaformePaolo Mistrangelo, architetto, Magellano Progetti / Clara Rognoni, consigliere Ordine Architetti PPC Provincia di Milano

CONCLUSIONI - 18:00-18:30
Raccolta delle principali questioni emerse.

Modera il convegno Silvia Botti, Abitare.


Il convegno è stato realizzato grazie al contributo concesso dalla Direzione generale Educazione, Ricerca e istituti Culturali – Servizio II “Istituti culturali”, del MIBACT - Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo.



Info e iscrizioni

Crediti formativi: Per ciascuna sessione sono previsti 4 cfp agli architetti. 4+4 cfp per l'intera giornata.
Modalità di fruizione: Webinar. Verifica i requisiti di sistema webinar qui.

Costo di partecipazione di ciascuna sessione: 10,00 euro per diritti di segreteria. 

Iscrizioni:

- Architetti iscritti all'Ordine di Milano, qui  autenticazione mediante l'area riservata del sito dell'Ordine di Milano e successivamente accesso ad Im@teria;
- Architetti iscritti ad altri Ordini, iscrizioni mediante la piattaforma im@teria (come da indicazioni del proprio Ordine);
- Non architetti, previa registrazione ad Im@teria qui.


PER ULTERIORI INFORMAZIONI
Ufficio Formazione- TEL. 02 62534252
 formazione@ordinearchitetti.mi.it

 

Potrebbe interessarti

10.02.2023 Eventi culturali

Uno studio londinese. Stirling, Wilford and Associates

Venerdì 10 febbraio, alle ore 18 presso gli spazi espositivi dell'Ordine degli Architetti di Milano e della sua Fondazione, inaugura la mostra dedicata allo studio londinese Stirling Wilford and Associates. Un nuovo allestimento del progetto itinerante intrapreso presso l'Università di Liverpool nel 2021 con materiali originali dello Studio, dagli schizzi preparatori agli elaborati esecutivi. Visitabile fino al 3 marzo 2023.

Scopri di più
09.02.2023 Eventi culturali

100 anni di architettura 1923-2023: la rassegna cinematografica

In occasione dell'anniversario della legge del 1923 che regolamentò la professione di architetto, l'Ordine degli Architetti di Milano e la sua Fondazione organizzano per il 2023 un programma di iniziative incentrate sui 100 anni di professione. Un palinsesto di 10 eventi, dedicati ognuno a un decennio, prenderà avvio a maggio, anticipati da una rassegna cinematografica.

Scopri di più
07.02.2023 PNRR

La Mappa PNRR

L'Ordine degli Architetti di Milano, la sua Fondazione e il Centro Studi PIM, rilasciano una prima versione statica della Mappa di interventi finanziati dal PNRR sul territorio metropolitano di Milano, a disposizione di istituzioni, forze economiche e sociali, tecnici, professionisti, studiosi per alimentare la riflessione e la discussione pubblica e contribuire a processi più consapevoli di governo del territorio.

Scopri di più