Caricamento...

Mibact - Periferie: concorso d’idee nazionale con bando-tipo Concorrimi: integrazione

Dal 13.09.2016 al 13.10.2016

MIBACT e CNAPPC hanno pubblicato, attraverso l'ausilio della piattaforma Concorrimi, un concorso di idee per la riqualificazione di 10 aree periferiche in Italia

MIBACT e CNAPPC nell'ambito del concorso internazionale di idee per la riqualificazione di dieci aree urbane periferiche integra l'iniziativa proposta con una nuova area nel Comune di Villabate www.periferie1.concorrimi.it Ne consegue che la partecipazione alla presente area di Piazza Figurella del Comune di Villabate, esclude la possibilità di partecipare alle aree pubblicate all’indirizzo www.periferie.concorrimi.it e viceversa. Ogni contenuto del nuovo bando, benché pubblicato a se stante, deve intendersi comunque riferito al complessivo concorso per 10 aree urbane periferiche.

Sarà disciplinato da Concorrimi (www.concorrimi.it), il concorso di idee per la riqualificazione di dieci aree urbane periferiche bandito dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo - DGAAP e il Consiglio Nazionale degli Architetti, dedicato a 10 interventi di riqualificazione di periferie urbane ricadenti sul territorio nazionale, incentivando il coinvolgimento di giovani progettisti under 35.
“È ora di portare le periferie al centro del progetto della città - afferma la nostra presidente Valeria Bottelli - fecondarle con nuovi e continui interventi, anche a piccola scala, intervenendo sui limiti del contesto urbano. Per rigenerare le necessità urbanistiche, culturali, estetiche e sociali della città sostenibile”.

Bando periferie (www.periferie.concorrimi.it)
Il processo di costruzione del bando si è articolato in due fasi. L'individuazione di alcune aree periferiche da sottoporre a interventi di riqualificazione è infatti avvenuto attraverso le segnalazioni presentate dai singoli Comuni, unioni di Comuni, o associazioni di Comuni.
L’iniziativa ha registrato grande interesse con la partecipazione di 140 Comuni, 58 del Sud e delle Isole, 35 del Centro e 47 del Nord e ha visto premiare proprio il Sud del Paese con ben 7 aree selezionate.
I Sindaci dei Comuni nel cui territorio ricadono le aree selezionate e ammesse al concorso, hanno assunto, in sede di selezione, l’impegno di affidare i successivi livelli di progettazione ai vincitori del concorso, ai sensi del comma 6 dell’art. 156 del D.Lgs. n. 50/2016, a mezzo di procedura negoziata senza bando, a condizione che gli stessi vincitori comprovino, anche successivamente alla proclamazione, il possesso dei requisiti di capacità tecnico-professionale ed economica di cui al presente articolo, in rapporto ai livelli progettuali da sviluppare.

Le 10 aree selezionate sono:
01: Aprilia (Latina) - Area in quartiere Toscanini
02: Corato (Bari) - Area “Case minime” in rione Belvedere
03: Empoli (Firenze) - Area ex Casa Cioni in frazione Avane
04: Marsala (Trapani) - Area nel Parco della Salinella
05: Palermo (Palermo) - Area “Cittadella dello sport” in quartiere S. Filippo Neri (ZEN)
06: Reggio Calabria (Reggio di Calabria) - Area in rioni Trabocchetto e Sant'Anna
07: Ruvo di Puglia (Bari) - Area ex Convento in rione Cappuccini
08: San Bonifacio (Verona) - Area in quartiere Praissola
09: Santu Lussurgiu (Oristano) - Area ex Collegio Carta-Meloni
10: Sassari (Sassari) - Area in quartiere Latte Dolce

La seconda fase è stata dunque la formulazione del  Bando, pubblicato il 12 settembre.
Temine ultimo per la presentazione delle proposte progettuali è stato fissato a 11 novembre 2016.

Premi
Per l'attuazione dell’iniziativa, la Direzione Generale finanzierà i premi dei vincitori del concorso di idee, per un importo complessivo di 100.000 euro (centomila euro). Ai 10 concorrenti redattori delle proposte ideative classificate al primo posto (una per ciascuna area), sarà attribuito un premio di € 10.000 (al lordo di IVA e altro onere di legge).
Ogni concorrente potrà partecipare alla procedura, a pena di esclusione, optando solo per una delle dieci aree oggetto del concorso.

Calendario del concorso
12.09.2016 - pubblicazione del bando;
12.10.2016 - presentazione dei quesiti;
18.10.2016 - pubblicazione delle risposte ai quesiti;
11.11.2016 - ricezione delle proposte ideative;
12.11.2016 - prima seduta pubblica della Commissione Giudicatrice;
18.11.2016 - pubblicazione degli esiti del concorso.


Concorrimi, che dopo il ridisegno di alcune aree strategiche di Milano è stato utilizzato a Varese, Torino, Bergamo, a Genova per il ‘blueprint’ di Renzo Piano e dal maxi-bando delle #Scuoleinnovative, è il nuovo bando-tipo digitale che sta rivoluzionando il mondo dei concorsi di progettazione e di idee in Italia (15 i concorsi sinora banditi, di cui 8 conclusi - partecipanti 1100, nessun ricorso, vincitori prevalentemente under 35).
“Fondamentale l’aspetto tecnologico del metodo concorrimi – chiude l’arch. Bottelli – ma altrettanto importante è ciò che consegue a questa procedura: l’affermazione della qualità del progetto, sulla quale la commissione può concentrarsi, per di più non temendo ricorsi”.
www.concorrimi.it 

Potrebbe interessarti

21.02.2024 Sito

Organi del Cnappc 2021/2026: riassegnazione cariche

Il Consiglio Nazionale Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, nel corso della propria seduta del 5 febbraio 2024, ha proceduto alla riassegnazione delle cariche di Presidente, Vicepresidente e Segretario.

Scopri di più
20.02.2024 Premio Baffa Rivolta 2023

Premio Baffa Rivolta 2023: gli esiti

A seguito dei lavori della Giuria pubblichiamo i risultati dell'9° edizione del Premio Europeo di Architettura Matilde Baffa Ugo Rivolta. Vincitore il progetto spagnolo "Social Housing 1737" a Gavà, Barcellona, di H Arquitectes, studio composto da David Lorente, Josep Ricart, Xavier Ros, Roger Tudó.

Scopri di più
15.02.2024 Offerta formativa

Offerta formativa 2024

Per permettere ai professionisti la selezione di occasioni di aggiornamento adatte ai propri interessi e ambiti di specializzazione, nel 2024 l'offerta formativa di Ordine e Fondazione si articolerà in un ricco programma di corsi, seminari e cicli di incontri raggruppati per aree tematiche.

Scopri di più