Caricamento...

Regime transitorio normativa sismica

Dal 16.12.2009 al 22.01.2010

Si diffonde la lettera del CNAPPC sul Regime transitorio normativa sismica relativa alla Circolare del 5 agosto 2009 recante "Nuove Norme Tecniche per le costruzioni approvate con decreto del Ministro delle Infrastrutture 14 gennaio 2008 - Cessazione del regime transitorio di cui all'art. 20, comma 1 del D.L. 31 dicembre 2007 n. 248".

L'emanazione della Circolare del 5 agosto 2009 indicata in oggetto, relativamente all'entrata in vigore della nuova normativa sismica e, in modo particolare, per quanto concerne il regime transitorio previsto dalla stessa, ha determinato sull'intero territorio nazionale una diffusa condizione di disagio e disparità di trattamento, con particolare riguardo alle attività professionali coinvolte, nei rapporti con le sedi territoriali del Genio civile per il completamento, la definizione e il prosieguo di attività tecnicoamministrative legate alle pratiche già in essere di Autorizzazione sismica.

Richiamando la costante coerenza degli aggiornamenti normativi operati dal Ministero in passato, che hanno sempre garantito una necessaria tutela nella individuazione e definizione del regime transitorio, questo Consiglio, nel merito della citata Circolare, ha sottoposto in pari data al Ministro Matteoli due questioni fondamentali che, di seguito, si riportano:

  1. il forte squilibrio e la disparità tra l'efficacia del regime transitorio per le opere pubbliche e quella prevista per i lavori privati;

  2. non appare rispettato un principio generale di parità di trattamento e condizione tra le opere pubbliche ed i lavori privati, proprio laddove al pubblico viene  garantito il regime transitorio a far data dall'avvio della progettazione definitiva  mentre, per il privato, ci si spinge addirittura all'inizio dei lavori.

Questo stesso Consiglio, anche allo scopo di non creare rallentamenti in un  settore già investito da forte crisi, ha altresì richiesto al Signor Ministro,  nell'applicazione del regime transitorio per i lavori privati, il riallineamento alle modalità delle opere pubbliche, intendendo quindi come data utile, per il regime transitorio, la data di presentazione delle pratiche.

Nell'informare che analogo intervento è stato esperito anche nei confronti del Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, si auspica la condivisione delle argomentazioni sopra esposte, chiedendo un benevolo interessamento al loro accoglimento.

Potrebbe interessarti

05.08.2022 Concorrimi

Nuovo Concorrimi per la "Riqualificazione del sistema delle Piazze e del Lungomare" a Carloforte

Pubblicato su Concorrimi un nuovo concorso di progettazione in due gradi per la “Riqualificazione del sistema delle Piazze e del Lungomare” di Carloforte in Sardegna, con scadenza del primo grado fissata per il 4 ottobre 2022. Si tratta del secondo concorso nell’isola sarda e il 64esimo sulla piattaforma.

Scopri di più
05.08.2022 Concorrimi

Nuovo concorrimi per la “Ridefinizione delle aree pubbliche comprese tra la scuola elementare ed il cimitero di Campovico” a Morbegno

Pubblicato su Concorrimi un nuovo concorso di progettazione in due gradi per la “Ridefinizione delle aree pubbliche comprese tra la scuola elementare ed il cimitero di Campovico”. Il termine per la consegna degli elaborati del primo grado è fissato per il 25 ottobre 2022.

Scopri di più
03.08.2022 Normativa

Legge n.91 del 15 luglio 2022: ristrutturazione edilizia

È entrata in vigore la legge n.91 del 15 luglio 2022 che aggiorna la definizione di “ristrutturazione edilizia” contenuta nel D.P.R. n.380/2001 includendo in questa categoria gli interventi di demolizione e ricostruzione con modifiche sugli edifici in aree soggette a vincolo paesaggistico.

Scopri di più