Caricamento...

Energy Park edificio 3

Anno:2009 - 2009

Località:Vimercate, Sud

Indirizzo:via Monza

Destinazione d'uso:Edifici per uffici

Progettista:Garretti Studio + Auckett

 

Il progetto si inserisce nell’area ex-Alcatel di Vimercate, in quell’area definita “Energy Park” che sorge nel cuore del noto Polo Tecnologico della Brianza, a circa 20 km dal centro di Milano. Occupa un’area di 160.000 mq complessivi, ospita già da tempo il quartier generale italiano di Alcatel Lucent, oltre ad alcune sue divisioni worldwide che occupano complessivamente circa 50.000 mq tra uffici e laboratori di ricerca. Qui, la SAP, leader mondiale nelle soluzioni software per il business, ha scelto ENERGY PARK quale sua sede per il suo nuovo Head Quarter in Italia. Il nuovo edificio per uffici è stato progettato da Garretti Associati in partnership con la società di progettazione integrata Auckett (già nota per la realizzazione del Bodio Center di Milano e diversi parchi direzionali di Segrate e di Lacchiarella-Binasco). Lo sviluppo di Energy Park prevede la realizzazione di altri 5 nuovi immobili per complessivi 60.000 mq. Il primo Edificio3, di circa 11.000 mq, è stato ultimato nel 2010. Il nuovo immobile sarà il riferimento ideale per l’insediamento di nuove aziende operanti nei settori dell’IT, TLC e Ricerca Avanzata. Ognuno dei nuovi edifici ha uno schema ad H in pianta con una profondità del corpo di fabbrica di 22 metri; un sistema di facciata a pannelli in c.a. prefabbricati e un sistema di involucro che prevede un isolamento a cappotto e una facciata ventilata in acciaio e in legno. Il dimensionamento delle finestrature è atto a garantire una buona qualità del Fattore di Luce Diurna, pur mantenendo un’elevata protezione all’irraggiamento diretto.

 

Le facciate, hanno infatti un bilanciato rapporto tra parti opache e parti trasparenti con elementi interamente vetrati, concentrati in una parte altamente visibile degli edifici, che oltretutto ne rafforzano il carattere architettonico: gli atri di ingresso e le serre bioclimatiche. In questo modo è possibile raggiungere un equilibrio tra le esigenze di contenimento energetico estivo ed invernale, ed ottimizzare il contributo di illuminazione naturale. Questo progetto è attualmente registrato presso lo U.S. Green Building Council e persegue l’obbiettivo di una certificazione energetica LEED-CS Silver. Il LEED è un sistema di valutazione dei requisiti prestazionali degli edifici, in base al quale vengono conquistati dei crediti per soddisfare dei criteri eco-sostenibili per la progettazione e la costruzione dell’edificio. Vengono conferiti diversi livelli di certificazione in base alle strategie adottate.

 

Per ottenere il Certificato LEED-CS il progetto si è dotato di un programma di strategie sostenibili che prevede:

 

• sviluppo di un’area urbana dotata di infrastrutture, salvaguardia di aree verdi, di risorse e habitat naturali.
• riduzione delle isole di calore (differenze di gradiente termico tra le aree edificate e quelle non urbanizzate) per minimizzare l’impatto ambientale sui microclimi naturali e sull’habitat umano.
• minimizzazione dell’emissione luminosa proveniente dall’edificio e dal sito, conseguente incremento della visibilità notturna per la salvaguardia degli ambienti naturali notturni.
• ottimizzazione delle risorse idriche e riduzione dei consumi d’acqua potabile.
• riutilizzo dei materiali dalle demolizioni e uso di materiali locali.
• impiego di legno di provenienza e fattura certificati.

 

Superficie: Edificio3: 11000 m2.


Alessandro Trivelli