Caricamento...

Aggiornamento della cartografia catastale e dell’archivio censuario del Catasto Terreni

Pubblicata sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate la Risoluzione n. 20/E con cui la Direzione Centrale Servizi Catastali, Cartografici e di Pubblicità Immobiliare illustra le novità introdotte dalla nuova versione “10.6.3 – APAG 2.15” della procedura Pregeo 10.

In particolare, le novità riguardano:

  • la dematerializzazione della lettera d’incarico
  • l’automazione delle operazioni di frazionamento degli Enti Urbani (cfr. Circolare n. 11/E dell’8 maggio 2023)
  • l’evoluzione del modello per il trattamento dei dati censuari
  • la gestione dei dati di rilievo satellitari.

I professionisti possono richiedere, in regime di facoltatività, un estratto di mappa ad uso aggiornamento, cosiddetto “evoluto”, costituito dall’integrazione dell’attuale estratto di mappa uso aggiornamento con le informazioni alimentate dall’archivio censuario del Catasto Fabbricati.

Dalla data di emanazione della Risoluzione allegata (18 aprile 2024), gli atti di aggiornamento geometrico sono quindi predisposti dai professionisti con la nuova versione di Pregeo, evidenziando che la precedente versione “10.6.2 – APAG 2.12” sarà tecnicamente supportata fino al 30 giugno 2024.

In ogni caso, a decorrere dal 1° maggio 2024, gli atti di aggiornamento geometrico recanti la lettera d’incarico e quelli concernenti il frazionamento di Enti Urbani, riconducibili all’ambito di applicazione della circolare n. 11/E dell’8 maggio 2023, dovranno essere presentati utilizzando esclusivamente la nuova versione “10.6.3 – APAG 2.15”. Eventuali atti redatti con la versione 10.6.2 di Pregeo non saranno idonei all’approvazione da parte dell’Ufficio.

Potrebbe interessarti

16.05.2024 Call

Sempre Moderno: open call di fotografia

Nell'ambito del progetto "Sempre Moderno", la Fondazione Ordine Architetti PPC Milano apre una open call di fotografia, invitando architetti, studenti, fotografi e appassionati, a inviare un “trittico” di immagini aventi come soggetto un edificio della seconda metà del Novecento costruito nel territorio della città metropolitana di Milano. Le fotografie, visionate da una commissione, saranno esposte in una mostra che verrà allestita presso la sede dell'Ordine degli Architetti PPC di Milano nell'autunno 2024. Consegna entro il 3 settembre 2024

Scopri di più
15.05.2024 Call

Il Gruppo di lavoro Forense dell'Ordine si rinnova

L’Ordine degli Architetti di Milano apre una call per rinnovare il Gruppo di lavoro sull’attività di CTU, Periti e valutatori, selezionando architetti disponibili a un impegno atto a monitorare l'evoluzione della normativa e della cultura specifica in materia forense.

Scopri di più
10.05.2024 Normativa

L’applicazione del principio dell’equo compenso è inderogabile anche nei contratti pubblici

L'Ordine di Milano commenta, con una nota dell'architetto Carlo Lanza, la circolare del Consiglio Nazionale sull'applicazione del principio dell'equo compenso, per contrastare un’interpretazione penalizzante per la professionalità dei professionisti impegnati in contratti pubblici.

Scopri di più